Crea sito

You are reading all of the stuff that's been tagged with 'CLAUN CAMOMILLO'

Buongiorno al Pagliaccio del Cuore… Camomillo – Alessandria

Diario di Bordo…

19 novembre 2011 (23)

19 NOVEMBRE (23)

LORENZO 7 anni

VALENZA AL – TORINO – VALENZA

EQUIPAGGIO – CLAUN GG-

CLAUN – CAMOMILLO-CHARLY-CIUCHINO

 

Viaggio realizzato con la donazione degli Amici di Sara (Milano)

Eccomi qui….
Non so da che parte iniziare a raccontarvi le emozioni che ho vissuto
lunedì, insieme al piccolo Lorenzo!
Non vi nascondo che per questa nuova esperienza con l’ambulaclown ero
parecchio agitato….
All’ospedale tutti conoscevano Lorenzo e lui feliccissimo nel
presentarci come i suoi clown… a tutti ripeteva che i clown erano con
lui…. al mattino il reparto, purtroppo, era pieno di piccole creature
e allora non siamo potuti stare con Lorenzo….ma…. la sala di aspetto
era tutta per noi e via allo spettacolo…. tra magie, scenette,
palloncini…. la saletta si è presto riempita di sorrisi, provenienti
dai bambini e dai genitori….
In poco tempo la  notizia dei clown di Lorenzo girava in tutti i
reparti, le infermiere che venivano a cercarci perchè c’era bisogno dei
clown…. i capisala pronti nel dare subito il permesso (raccomandandosi
solo dei calzari e mascherine) e via…. a portare un po’ di sorrisi
alle piccole creature e anche ai loro famigliari…. Lorenzo era
conosciuto da tutti…. uno spettacolo!!!!
Il piccolo Emanuele di 3 anni che non parlava….siamo riusciti a farlo
ridere e a fargli dire: “coccodrillo”…. la piccola Giorgia (innamorata
di Camomillo) che ha pianto per  fino al nostro arrivo e che poi ci ha
legato per non farci andare più via… e tanti altri…
Emozioni a non finire….
Alla fine ci hanno fatti entrare da Lorenzo…. dopo il prelievo al
midollo era già seduto sul letto, con il suo toast, il sorriso stampato
sul viso e quegli occhi che nascondono il vero problema ma pieni di una
luce particolare, una luce di chi non molla….un bambino fantastico, un
bambino che riesce a dare la forza anche agli altri…. un bambino che
in quel giorno era felice per aver vicino a se i genitoi e i “suoi” clown…
Ci sarebbero altre mille cose da raccontare ma non riesco a trovare le
parole…. cosa dire… piccole creature che nonostante il grande male,
non si spaventano ma reagiscono, creature che nascondono dietro al loro
sorriso un dolore, che hanno negli occhi la consapevolezza di cosa gli
sta capitando, che nello stesso tempo chiedono aiuto ma hanno la luce di
chi non vuole mollare!!!
Una giornata e un’esperienza indimenticabile, grazie a Charly, Camomillo
e al clown GiGi, un grande clown, sempre pieno di idee e di sorrisi, ma
anche una persona speciale! Al piccolo Lorenzo e ai suoi genitori che
non si arrendono mai e che ci hanno fatto capire quanto sia importante
la vita e che le piccolissime azioni che fai con il cuore in mano,
valgono più di qualsiasi medicina!! A volte ci creiamo dei problemi
inutili……cretinate in confronto a ciò che vivono queste famiglie!!!
Ho cercato di trasmettervi ciò che ho provato ma questa volta non è
facile…. penso e ripenso ai volti di quei bambini, alle loro
espresioni, ai loro occhi e al loro male, alle cure fisicamente
massacranti…….davanti a queste situazioni….ci si sente
impotenti…fragili!!!
Un abbraccio!!!

Ciucchino

una bella e meritata doccia calda alzo il telefono, chiamo la santa (la charly’s angel)e faccio “sta sera cinema!” tutto volevo fare meno che ripensare così a caldo a quello che avevamo visto in quella giornata..per quelle 2 ore di film è servito ma poi devo ammettere che sempre con la santa di fianco raccontandole la giornata qualche lacrimuccia mi è scesa..ma adesso vi racconto solo il servizio, uno dei tanti, le mie emozioni le descrivo(o almeno ci provo) alla fine..

alle 7 ciuco camo ed io, ci troviamo tutti puntualissimi e con 2 occhiaie così(notte in bianco per tutti)e andiamo a prendere marghe..emm..gigi all’albergo!
si è dimostrato un grande fin da subito, quando gli ho chiesto di farci un breve traning si è semplicemente limitato a farci vedere come funzionavano le cose sull’ambulaclaun..in questo modo non ci ha messo coraggio, ma ha evitato di confonderci!
sapete cosa vuol dire andare incontro ad un’impresa non avendo preparato nulla tranne qualche veloce gioco di magia?bene, noi l’abbiamo scoperto a nostre spese!risultato agitati come delle molle..eccoci..arriviamo davanti a casa..aspettiamo..quasi in silenzio..quando all’improvviso eccolo!il piccolo lorenzo che esce di casa e viene verso di noi!si apre il portellone e saltiamo fuori noi.
ora vi lacio immaginare una sua reazione normale:timidezza?paura?preoccupazione?niente di tutto ciò, un sorriso entusiasta a 40000denti che a stento tratteneva una risata di gioia!eravamo li, eravamo li per lui, tutti per lui, tutto il viaggio!
dopo le presentazioni di rito ed esseci accomodati nella meravigliosa ambulaclaun si parte!dietro eravamo camomillo, io, mamma e papà e ovviamente lorenzo, ciuco per motivi di spazio è rimasto davanti con gigi..
ragazzi..una macchinetta!non è stato zitto un attimo da quando si sono chiuse le porte!e così tra discorsi sui cartoni animati(camo..aggiornati, la macchinina di cars si chiama luigi!)e il dvd che non funzionava, in men che non si dica eravamo al regina margherita a torino. ma in men che non si dica davvero, anche la mamma era incredula, il tempo è proprio volato!
ci si riveste e ci prepariamo ad entrare in ospedale..fino a quel momento non avevo realizzato bene il tutto:dovevamo accompagnare un bimbo e fare un prelievo di liquido spinale, aspettare che finisse e riportarlo a casa..quando siamo scesi mi si è credo fermato il cuore..in lontananza vedo arrivare ognuno con i propri genitori 4 bambini della sua stessa età tutti li o per un prelievo o per la chemio..inizio a realizzare..lorenzo non è l’unico!è una cavolata lo so, ma fidatevi che al momento è stato il mio pensiero predominante ma..e che diamine, ciamo clown non filosofi!allora respiro e si entra!lorenzo camminava a 3 spanne da terra ad avere una scorta come noi, si sentiva il più fortunato di tutti!arriviamo in reparto e ci dicono che purtroppo non possiamo stare con lui durante l’esame, ma lui se l’aspettava, ci saluta e ci diamo appuntamento a dopo.
che fare? come passare il tempo?allunghiamo il collo e la risposta ci arriva da sola..una sala d’aspetto tutta ma tutta piena di pelatini come lui..altro che gambe molli amici miei, la paura è pari solo alla voglia di entrare li dentro e fare il più bello spettacolo del mondo!prepariamo scenettine e magie e ci “buttiamo” in mezzo a loro.
quasi tutti con la mascherina, i più coloravano seduti al tavolo, gli altri appoggiati alla spalla della mamma o del papà..avete bisogno di ridere?eccoci quà!se dapprima ci guardavano solo in 2 o 3 dopo un’ora e mezza di spettacolo non stop li avevano tutti li piegati dal ridere che non si ricordavano nemmeno più perchè fossero li!le infermiere, le maestre, i genitori, tutti stupiti ed entusiasti di vedere questa scena:i pagliacci in ospedale?!roba da matti!
lentamente i bimbi uno ad uno vengono chiamati nel reparto e noi rimaniamo li a riposarci un pò dopo la “fatica”.
ad un certo punto arriva una volontaria dell’associazione genitori disperata a chiederci aiuto:una bambina su in isolamento da quando si è svegliata non ha ancora smesso di piangere..era stufa di stare li diceva, e l’unica cosa che è riuscita a calmarla è stata la promessa che sarebbero andati a trovarla i clown..non ci abbiamo pensato mezza volta!
saliamo in isolamento, indossiamo calzari e mascherine e..si va.
appena ci ha visto la piccola giorgia(appena 3 anni)non credeva ai suoi occhi..i clown c’erano davvero!!!dapprima faceva la timida, poi un crescendo di risate ed emozioni, ha voluto le spade per combattere, gli animali della jungla, i giochi di magia..insomma, anche quì un successone, tant’è che quando ha capito che stavamo per andarcene ci ha fatti mettere tutti in fila contro il muro, è andata a prendere una cordicella e ci ha legato perchè non potessimo scappare!altra morsa al cuore..ma amore..ma chi vuole scappare da te!purtroppo però non possiamo stare molto(alla fine mezz’ora)è sempre isolamento, e così la lasciamo!
poi sparsasi la voce che ci sono i clown in ospedale ci hanno chiamato anche dall’oncologia..li troviamo un bimbo di 4 anni arrivato in ospedale solo lo stesso venerdì..non rideva, non parlava, siamo stati con lui 5 minuti buoni senza una reazione, nè il libro magico nè le bolle di sapone sembravano toccarlo..poi ciuco gli fa un cagnolino e..la magia..un mezzo sorriso, anzi dopo poco un sorriso tutto intero!bo!è la guerra..l’abbiamo ricoperto di palloncini..il leone, l’elefante, la tigre, e per ognuno di questi il sorriso piano piano aumentava. non aspettatevi grandi cose, era comunque stanco e sotto farmaci, ma reagiva, forse a modo suo quel sorrisino appena percettibile era una fragorosa risata..chissà,fattostà che alla fine scoppiava le bolle con la spada..la mamma aveva solo più da scoppiare in lacrime dalla gioia!!!
presi bene abbiamo girato tutto il reparto raccogliendo solo consensi, sorrisi ed emozione!
scendiamo, lorenzo si è svegliato e possiamo entrare a salutarlo in ematologia, sta volta però si unusce a noi anche gigi, che indossato il naso rosso una gag dopo l’altra fa morire dal ridere anche i suoi 3 compagni di stanza!
dopo aver finito il suo agoniato toast, lorenzo è pronto per tornare a casa, e allora forza, rimettiamo in moto l’ambulaclaun e si riparte!questa volta stiamo tutti e 3 dietro e il papà sta davanti..
il ritorno è stato molto più traqulillo dell’andata, era stanco e un pò dolorante poverino, e rispettosi della sua condizione abbiamo fatto solo 4 chiacchiere e qualche gioco di magia.
alla bellezza delle 17.57 arriviamo a valenza!!!
i genitori non sapevano davvero come ringraziarci, continuavano a dire che era stata una giornata speciale e che non l’avrebbero mai dimenticata!chiuse le porte dell’ambulaclaun siamo tornati indieto alle nostre macchine, tutti insieme, tutti in silenzio, tutti stanchi, con il cuore talmente carico che sembrava pronto ad esplodere!

eccoci a noi adesso quali sono stati i sentimenti?molti, tanti, troppi per poterli metabolizzare in fretta..ieri, sono onesto, predominava la rabbia..a cosa sono messi di fronte bambini così piccoli, quali prove devono sopportare queste famiglie?
oggi è già diverso..rabbia?contro chi?pena?per cosa!questa è la vera gente da ammirare..
bambini di 3 anni che si schiacciano da soli i pulsantini delle flebo per l’abitudine e non si lamentano..genitori che ogni giorni devono veder soffrire i loro figli e non si lamentano..mamme così coraggiose da capire che la vita può, deve andare avanti e hanno il coraggio di fare altri figli..e non si lamentano!!!questi sono i veri eroi!
in qualche modo riescono a vivere così a fondo il dolore da riuscire ad apprezzare anche la minima cosa positiva che la vita ha da offrife come fosse un miracolo..ma quanto siamo stati utili ieri?quanta gioia abbiamo portato, quanti sorrisi sinceri abbiamo strappato..ogni emozione era amplificata..insomma, la clownterapia è nata secondo me per l’oncologia!una realtà così cruda e insensata che permette davvero ad una risata di cambiare radicalmente la giornata di chi ti incontra!
non ringrazierò mai abbastanza margherito per avermi dato la possibilità di partecipere ad un’impresa tanto grande, ed i miei compagni camomillo e ciucchino per averla divisa con me!sono cose che ti toccano, ti turbano certo, ma ti fanno crescere e ti arricchiscono più di ogni altra..
grazie per aver avuto la pazienza di leggerla, ma esplodevo se non condividevo tutto!
UNITI X CRESCERE INSIEME!UN SORRISO

charly!

BUONA NOTTE… LORENZO

Buona Notte Lorenzo,
Buona Notte fanciullo,
Angelo
oggi per me,
per noi che ti eravamo vicini,
Buona Notte Lorenzo,
Buona Notte Fanciullo,
sette anni pieni di Amore,
la smorfia di questa mattina
e il sorriso che subito dopo ha illuminato
il buio di questo giorno freddo
portando il sole e il calore dell’Amore.
Buona Notte Lorenzo,
Buona Notte Fanciullo,
per quello che mi hai insegnato,
per quello che mi hai dato,
per quel sorriso strozzato,
per quel sorriso sguaiato,
per quella stretta di mano,
per quel tosto mangiato,
per le briciole che volavano e pesantemente
ma magicamente cadevano dentro quel sacchetto,
e ogni scoppio era un sorriso,
e ogni briciola, era un altro bambino,
e ogni bambino era un sorriso,
e ogni mamma era magia,
e ogni magia eri Tu.
Buona Notte Lorenzo,
Buona Notte Fanciullo,

grazie
Lorenzo
grazie
Angelo
grazie
Fanciullo

dal blog http://ciclaminoviola.splinder.com/

Diario di Bordo…

 

25 marzo 2008 (9)

GIONA 3 anni

SAN MICHELE AL – SEGRATE MI SAN RAFFAELE

EQUIPAGGIO – CLAUN G.G. – NADIA – SANDRA

CLAUN – CAMOMILLO – MIRTILLO – TIKKIO

 GIONA AL SAN RAFFAELE

Viaggio realizzato con la donazione di: WEH STERILIZIATION SRL