Crea sito

You are reading all of the stuff that's been tagged with 'TERESA VOLPATO'

Una Casa per Monghol e Raul…

—-Messaggio originale—-
Da: [email protected]
Data: 08/01/2013 13.50
A: “Teresa volpato”<[email protected]>
Ogg: Calcutta: Una casa per Monghol

Cari amici,
Vi auguro uno splendido anno pieno di gioia, pace e amore!
 
Colgo l’occasione per informarvi sugli sviluppi del progetto “Una casa per Monghol”
Quello che è stato deciso è l’unica soluzione possibile per la situazione in cui si trovano queste famiglie.
Pagheremo alla mamma di Monghol l’affitto ogni mese di una casa che sta già occupando con tutta la famiglia.
Non possiamo in nessun modo avere una casa tutta per loro perché non sono mai stati registrati all’anagrafe, né i genitori né i bambini e ritenuti perciò incapaci di intendere. In pratica per il governo indiano non esistono, come tanti altri.
Alla nonna di Raul, che non vuole muoversi dalla capanna dove vive, saranno dati 2.000 euro per le riparazioni della stessa e gli altri soldi che abbiamo ricavato dalla raccolta verranno distribuiti a tre famiglie povere che stanno cercando un tetto.
 
Grazie a tutti voi!
A presto
Teresa e Paola

http://www.youtube.com/watch?v=TrEktyLHVzI&feature=youtu.be

Tanti mattoni grazie a:
Anna Battaglia-Ristorante Zenith-Pizzeria Adriano-Farmacia Marenduzzo-Sister Bar-Amici dell’Istituto Farina-Schiuma Party Ospedaletto Euganeo-Scintilla-Claun Giode-Don Luca-Claun Spiedino-Claun Talpa e Peluccio e… tantissimi altri amici


un euro = un mattone

Monghol ha 3 anni e vive in uno dei tanti marciapiedi
di Calcutta con la sua famiglia.
Il padre, guidatore di risciò e la madre in attesa di un altro figlio.
Un gruppo di volontari ha deciso di dare una casa a questa famiglia entro Natale 2011.
Vuoi essere dei nostri?
Anche un solo euro può fare la differenza!
Il progetto sarà seguito da Teresa Volpato,
infermiera che lavora e vive a Calcutta da 16 anni prestando servizio di volontariato con le Missionarie della Carità.
Per donare: conto corrente intestato a Teresa Volpato
IBAN IT59D0842962520000000AD4494

Concerto di Luca Francioso a favore di Teresa Volpato… Esempio di Vita…

http://www.facebook.com/event.php?eid=240202169336527

TERESA VOLPATO ESEMPIO DI VITA…

(Teresa Volpato e Santa Madre Teresa)

 

Dove vivono i malati, i respinti, i sofferenti, gli incurabili. Dove bussano alla porta gli ultimi, gli oppressi, i moribondi. Dove un minuto salva una vita o può rendere lieve una morte, Teresa Volpatoè testimone della profonda dignità di ogni essere umano e dell’amore coraggioso indicato da San Giovanni con le parole “Figlioli, non amiamo a parole né con la lingua, ma con i fatti e nella verità”.

 

Una vita dedicata al reparto di oncoematologia pediatrica di Padova, dove questa splendida donna, figlia, sorella, madre degli ultimi ha trovato da subito la sua strada per donarsi in piena semplicità agli altri nel corpo e nell’anima. Donarsi con le mani, la sofferenza, il sorriso, una carezza, una parola di conforto.

Da 11 anni è in India presso l’istituto delle suore di Madre Teresa di Calcutta dove porta concreto aiuto svolgendo la sua missione di infermiera, porta la sua esperienza e il suo amore dove vivono i poveri…più poveri dei poveri.

L’Associazione ”Unasorossoper…”ha voluto fare una donazione alle missionarie della carità per contribuire alle spese di materiale sanitario.

E come diceva Madre Teresa…:

NON IMPORTA QUANTO SI DA’,

MA QUANTO AMORE SI METTE NEL DARE”

.

“Ai Volontari chiedo semplicemente

di venire e di Amare le persone,

di usare le mani per aiutarle

ed il Cuore per Amarle”

(Madre Teresa di Calcutta)

 

Jesolo 2008

Teresa Volpato, nata nel 1936 a Bassano del Grappa, si è diplomata infermiera professionale a Padova, dove ha lavorato per quarant’anni prima nel reparto di pediatria e poi nel reparto di oncoematologia pediatrica. Ha vissuto fin dal primo giorno il suo lavoro come una missione, e ai piccoli chegiungevano in reparto ha dedicato la sua vita considerandoli tutti figli suoi. L’ospedale è stato la sua casa e la sua famiglia, e lì ha speso la sua intelligenza, la suaprofessionalità e le sue grandi doti umane, fino a quando nel 1996, in occasione del suopensionamento, è partita per un viaggio in India. A Calcutta ha avuto modo di assistere ad una Santa Messa alla presenza di Madre Teresa, Entrata nella chiesa dove si celebrava l’omelia, Madre Teresa le si è avvicinata e guardandola negli occhi le ha detto: “La stavamo aspettando”. Quell’incontro ha cambiato il corso della sua esistenza: Teresa Volpato non è rientrata inItalia, ma ha affidato ad una lettera indirizzata agli amici più cari i motivi della sua permanenza a Calcutta. In India si è fermata per tre mesi, documentando con molte fotografie la realtà che incontrava ogni giorno. E’ rientrata nel nostro Paese per rinnovare i permessi e coinvolgere amici e conoscenti nella sua nuova missione, quindi è ripartita. Tutt’oggi lavora come volontaria con le Missionarie della Carità di Madre Teresa. La sua è una presenza indispensabile nella Nirmal Hriday, la “Casa del cuore puro” conosciuta anche come la “Casa del moribondo”, dove trovano rifugio gli incurabili, un luogo di profonda sofferenza, ma anche di profondo amore, dove nel 1986 GiovanniPaolo II volle incontrare Madre Teresa all’inizio del suo Pellegrinaggio Apostolico. Vive ogni suo giorno in questa sorta di “ospedale” e in parte sulla strada a raccogliere chi viene abbandonato perché incurabile. Le donazioni che riceve vengono usate principalmente per acquistare farmaci e le attrezzature necessarie per curare le persone, in parte per adottare bambini del posto, nutrirli, vestirli e prendersi cura di loro.

Diario di Bordo…

  14 ottobre (42)
BERTILLA-CARLA-LUCIANO-ODILLA-TERESA ultrasessantenni

CITTADELLA-SAN MARTINO DEI LUPARI-TORRESELLE DI PIOMBINO DESE

al centro: CARLA-LUCIANO-ODILLA-RINA-BERTILLA-
E TERESA VOLPATO (Missionaria ) che l’Associazione
Un Naso Rosso Per… e i Pagliacci del Cuore sostengono
nella sua Missione a Calcutta…

EQUIPAGGIO – CLAUN  GG – BUDINO – PLASTILINA

Trasporto realizzato con la donazione di:
ALIANZ RAS